centro studi asia

Tecnica e etica

Umberto Galimberti
Quel che è certo è che l'universo tecnico, cancellando ogni meta e quindi ogni visualizzazione del mondo a partire da un senso ultimo, non sta al gioco della stabilità e della definitività, e perciò libera il mondo come assoluta e continua novità, perché non c'è evento già iscritto in una trama di sensatezza che ne pregiudichi l'immotivato accadere. Rinunciando a dominare il tempo iscrivendolo in una rappresentazione di senso, l'etica del viandante, che ha rinunciato alla meta ultima, sa guardare in faccia all'indecifrabilità del destino, rifiutando quei cascami della speranza irradiati da un destino risolto in benevola provvidenza.

In vacanza con Umberto Galimberti

Umberto Galimberti
Da: "Orme del sacro", cap. 57, L'etica del viandante

Facebook Twitter Youtube
Newsletter




Acconsento al trattamento dei miei dati personali.

Videocorsi scaricabili
Dona ora
Iscriviti ad Asia
Articoli
Eventi