Vacances de l'esprit

La salute e la sua cura

Il mondo della medicina e dei farmaci

Il seminario si svolgerà ad Anterselva di Mezzo (BZ) dal 6 al 13 luglio 2019.

Il presente seminario delle Vacances de l'Esprit avrà inizio sabato 6 luglio alle 21 e prevede due incontri al giorno: dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 19.00. Durante il corso della settimana è prevista una mezza giornata libera che verrà decisa in base alle previsioni meteo, in modo da garantire la possibilità di fare escursioni lunghe. È possibile partecipare al corso usando la Carta del Docente e la 18app.

Iscrivendosi entro il 5 maggio è possibile usufruire di una quota di partecipazione agevolata.

Iscriviti

Introduzione

L’intendimento di salute e di cura sono mutati nei secoli e possono essere considerati uno specchio del modo in cui l’uomo viene inteso, nella sua complessità e nel suo rapporto con il mondo. Entrano in gioco inoltre nuove definizioni di natura, di tecnica, di intervento medico.

Cosa significa essere in salute o essere malati, oggi? Come districarsi nel complesso dibattito su medicina moderna, tradizionale e alternativa? Quali sono le implicazioni quando le big pharma diventano uniche protagoniste della ricerca?

Maurizio Grandi, oncologo, immunologo e bioetico accompagnerà i partecipanti alle Vacances de l’Esprit attraverso la comprensione di cosa sia salute e cosa sia malattia e di come questo intendimento sia caratterizzato nell’epoca contemporanea.

Da anni, il dottor Grandi cura i suoi pazienti attraverso quella che lui stesso chiama alleanza terapeutica: contaminazione fra saperi e approcci diversi, alla ricerca di ciò che è un nuovo intendimento di salute.

Il dottor Grandi illustrerà la portata delle nuove emergenti e sempre più diffuse patologie immunitarie e ambientali e si soffermerà in particolare sul cancro, sulle caratteristiche specifiche e sui numeri di questa malattia, sull’effettiva efficacia delle cure, sulle ultime ricerche e sull’alleanza terapeutica, per vivere meglio le terapie anti-cancro.

In una prospettiva prima nazionale e poi globale, il dottor Grandi affronterà il tema della medicina personalizzata e di come questa potrà integrarsi con la prospettiva epidemiologica, di quale sia la reale portata ed efficacia delle ricerche condotte dalle big pharma e di come, troppo spesso e sempre più chiaramente, la salute sia considerata solo come un costo e non come un diritto.
Questo soprattutto se si adotta la prospettiva globale: è ancora impressionante il numero di coloro che muoiono per mancanza di accesso a cure basilari, l’aumento della spesa pro-capite dei sistemi sanitari nazionali non sempre assicura una più lunga aspettativa di vita e il patrimonio dal valore inestimabile a cui la ricerca medica da sempre attinge, la biodiversità, viene distrutta inesorabilmente assieme alle culture botaniche e di cura millenarie e tradizionali.

Il dottor Grandi parlerà anche della necessità di un nuovo modo di comunicare la scienza e di un rinnovato rapporto fra medico e malato; infine, parlerà dell’etica del morire, a partire dalla dicotomia fra “disponibilità” e “indisponibilità” della vita.

Temi del seminario

  • Che cosa significa essere malati o essere in salute?
  • Medicina tradizionale, allopatica, etnomedicina e alleanza terapeutica.
  • Il ruolo dell’alimentazione: per mantenersi in salute e per curarsi
  • Patologie ambientali (numeri, cause, evoluzione, cure, case studies).
  • Cancro: cause, terapie, efficacia e ricerca. L’alleanza terapeutica per il cancro
  • Cos’è la medicina personalizzata? In che modo può armonizzarsi con l’analisi epidemiologica?
  • Dove va la ricerca medica?
  • Qual è il ruolo delle big pharma nella ricerca farmaceutica e nella cura delle persone?
  • Geopolitica della salute: sperequazione dell’accesso ai farmaci sul pianeta. Connessioni fra disastri ambientali, perdita di biodiversità, malattie e limiti della ricerca sui farmaci di sintesi.
  • Politica nell’UE e salute dei cittadini
  • Il dialogo medico paziente: la necessità di un nuovo modo per comunicare la scienza
  • Come si può mantenersi in salute?
  • Bioetica: quale etica del morire oggi?

Maurizio Grandi

Dottor Maurizio Grandi davanti a un giardino con un cappotto scuroIl dott. Maurizio Grandi si è laureato nel 1976 in Medicina e Chirurgia a Torino, città nella quale vive e lavora. Docente universitario in Italia e all’estero, Oncologo Clinico, ImmunoEmatologo, Bioetico, Etnofarmacologo, è inoltre responsabile di gruppi di ricerca sulla Biofisica ed Etnofarmacologia e Direttore Sanitario e Scientifico de La Torre Poliambulatorio, Scuola di Formazione in convenzione con le Università.  

Il suo approccio pone la relazione tra medico e paziente come polo essenziale nella cura e nel processo di guarigione. Un medico che riconosce la sacralità del suo ruolo, per quanto riguarda il lato tecnico-scientifico e quello umano. Quella di Maurizio Grandi è una ricerca senza confini, libera da pregiudizi, che trova nella risonanza e comunicazione tra discipline convenzionali e non convenzionali l’occasione dell’alleanza terapeutica.

Iscriviti

In collaborazione con:

Facebook Twitter Youtube
Newsletter

Acconsento al trattamento dei miei dati personeli

Videocorsi scaricabili
Dona ora
Iscriviti ad Asia
Brochure
Clicca qui e compila il modulo con i tuoi dati per ricevere gratuitamente la nostra brochure.
Notizie