asia educazione

Incontrarsi nell'arte

Laboratori e percorsi artistici guidati da Maria Rapagnetta
Argomento: Arte

Incontrarsi nell'arte

 

Quando l'arte diventa specchio del proprio sentire
Le nuove date di Incontrarsi nell'Arte, prevedono visite sia ai Musei della città di Bologna, con alcuni momenti specifici di approfondimento presso la Raccolta Giacomo Lercaro, e visite a mostre programmate in altre città italiane.

Gli incontri sono aperti a tutti coloro che vogliono "incontrare" l'opera d'arte in modo coinvolgente, lasciando emergere il sentire che ogni opera racchiude in sé per poi, attraverso l'analisi storico artistica, comprenderne il significato.

Prossimi appuntamenti del sabato
sabato 25 giugno 2011

Prossime visite alle mostre
giovedì 26 maggio 2011
visita alla mostra "L'Italia s'è desta"
per saperne di più: pagina della mostra su cittainarte.it

 Appuntamenti del sabato

sabato 9 ottobre 2010

L'incontro di sabato 9 ottobre 2010 è stato dedicato all'artista e padre gesuita, Giovanni Poggeschi.

L'opera scelta La luna in lutto, a Fiesole del 1962 ha offerto la possibilità al gruppo di Incontrarsi nell'Arte di assaporare la profondità interiore e umana dell'autore attraverso un ascolto prolungato della materia pittorica e del segno sintetico ma altrettanto essenziale e colmo di significato.

In un momento successivo all'esperienza, abbiamo dedicato attenzione all'ampia produzione di Poggeschi, che ci rivela un osservatore attento della realtà a lui cara, fatta ci cose semplici e quotidiane, attraverso un segno pulito e sapiente, in grado di restituire l'immediatezza del suo sguardo sulle cose.

Per saperne di più clicca qui.

sabato 4 dicembre 2010

L'incontro di sabato 4 dicembre 2010 è stato dedicato all'artista trecentesco Vitale da Bologna.

L'opera scelta per l'esperienza di ascolto è stata
La Madonna del ricamo, in mostra al Museo Civico
Medievale.

La raffinata opera del maestro bolognese, mette in risalto la naturale dolcezza e l'affettuosità materna, peculiare di una madre terrena, differenziandosi dall'iconografia classica mariana del tempo, ancora di impostazione bizantina.

La grazia e la delicatezza dell'opera hanno suscitato, nelle persone presenti all'incontro, un ampio ventaglio di emozioni e sentimenti,
che hanno reso possibile un'analisi esperienziale della rappresentazione, mettendo in evidenza come attraverso la sacralità del rapporto filiale Vitale celebri la manifestazione della Grazia Divina.

Per saperne di più clicca qui.

sabato 5 febbraio 2011

La data del 5 febbraio è stata dedicata ad un approfondimento sul tema dell'arte sacra, nell'ambito della mostra dedicata a Vitale da Bologna, mettendo in sinergia l'ascolto sentito dell'opera con il canto gregoriano. Vi consigliamo di seguire l'intervista al Direttore dei Musei Civici di Arte Antica Massimo Medica.

sabato 2 aprile 2011

L'opera del maestro bolognese Giorgio Morandi risulta sempre fonte di interesse e contemplazione. Ogni sua opera, se pure contenga elementi ripetuti del suo particolare pantheon di oggetti, è sempre nuova e ricca di scenari sentiti, che solo la prolungata osservazione riesce a mettere a nudo. Infatti per poter incontrare l'opera di Morandi occorre un tempo prolungato, occorre un'attesa, la stessa da lui sperimenta per la realizzazione di ogni singolo quadro.

sabato 25 giugno 2011

dalle ore 15.30 - alle ore 17.30
I luoghi di visita ai musei - saranno
comunicati di volta in volta.

Visita alle mostre

giovedì 18 novembre 2010

La visita del 18 novembre è stata dedicata all'artista
francese Jean-Baptiste Siméon Chardin,
in mostra a Palazzo dei Diamanti.

Per saperne di più clicca qui.

 

 

lunedì 17 gennaio 2011

L'incontro si è svolto presso Castel Sismondo di Rimini, nell'ambito della mostra Parigi - Gli anni meravigliosi - Impressionismo contro Salon. Il percorso di Incontrarsi nell'Arte ha avuto inizio dall'osservazione dell'opera di Paul Cézanne, Madame Cézanne sulla poltrona rossa del 1877, in quanto, questo ritratto, all'interno del percorso della mostra, si pone come un vero punto di innovazione stilistica rispetto a quella che è stata la grande rivoluzione impressionista, di cui Cézanne anticipa già il superamento. L'ascolto sentito di quest'opera ha fatto vivere ai partecipanti momenti di grande intensità, per la forte presenza che la figura rappresentata trasmette. Il percorso è poi proseguito mantenendo un'osservazione attenta e mirata intorno ai significati del sentire, nel rapporto con le altre opere esposte.

giovedì 24 marzo 2011

L'incontro del 24 marzo è stato dedicato a Melozzo degli Ambrogi detto da Forlì. Le opere dell'artista presenti in mostra, presso i Musei di San Domenico a Forlì, hanno offerto l'opportunità al gruppo di soffermarsi in ascolto di una rappresentazione della bellezza che attraverso le forme ingentilite delle figure, si concentra innanzitutto ad esprimere la bellezza dell'anima che traspare dalla umane fattezze. Poter osservare, attraverso parte dei frammenti provenienti dalla decorazione della chiesa romana, dei Santi Apostoli, raffiguranti Angeli musicanti e Apostoli, ci ha consentito di entrare in relazione con quella formidabile epoca che tutti conosciamo con il nome di Rinascimento, il momento in cui cultura greca e cultura latina si intrecceranno come mai era avvenuto prima e mai più sarà dopo, dando vita a qualcosa di completamente nuovo che toccherà apici di profonda espressività proprio attraverso l'opera d'arte.
per saperne di più: Melozzo da Forlì

Prossimi appuntamenti

giovedì 26 maggio 2011

I luoghi di visita ai musei - saranno
comunicati di volta in volta.

Due incontri dedicati alla scoperta della Raccolta Lercaro

Giorgio de Chirico: alle origini della metafisica
domenica 16 gennaio 2011 ore 16.00

L'opera scultorea, Il grande Archeologo del 1968, presente alla Raccolta Lercaro, risulta essere una splendida, sorprendente e malinconica rappresentazione di uno dei soggetti più trattati da De Chirico, il manichino, essenzializzazione dell'uomo contemporaneo. Nella poetica dechirichiana le figure degli Archeologi rappresentano una delle possibili vie per arrivare all'unico vero tema trattato, ovvero la Metafisica. Restare in ascolto sentito di quest'opera, vuol dire entrare in relazione profonda con il "metafisico" che ogni cosa racchiude, De Chirico dice: nella mia arte, tutto accade nell'oggetto stesso.    

Vittorio Tavernari: il sentire senza tempo
domenica 17 aprile 16.00

L'essenzialità della scultura lignea realizzata da Vittorio Tavernari, restituisce attraverso ogni singolo intaglio la sofferenza umana. I sentimenti che l'opera Calvario, realizzata nel 1965, mette in gioco intorno al destino dell'uomo, la rende senza tempo, ogni uomo infatti è protagonista, se pure con percorsi diversi, della propria vita e della propria morte. 

incontri rivolti a tutti

Vi preghiamo di confermare l'adesione con una settimana di anticipo, alla:
Segreteria di ASIA - Tel 051.22.55.88  
oppure direttamente all'insegnante Maria Rapagnetta, al 329.97.20.882

Per saperne di più
educazione@associazioneasia.it
Segreteria di ASIA - Tel 051 225588

 

 


Facebook Twitter Youtube
shop.asia.it
Videocorsi scaricabili
Dona ora
Articoli
Eventi